A Scordia concluso il progetto d’integrazione “HOPE”

Scordia – Giunge a conclusione il progetto sperimentale “Hope” aggiudicato nel 2018 dal Comune di Scordia e realizzato dalle cooperative “Iride” e “Il Girasole” rivolto ai Minori stranieri non Accompagnati ospiti delle strutture di accoglienza della Provincia di Catania

Finanziato dal Ministero dell’Interno nell’ambito del PON Legalità 2014/2020 l’obiettivo di “Hope” è stato quello di restituire, dalla traduzione italiana della stessa parola, la “speranza” a questi giovani ragazzi puntando a ridurre la “dis-reattività” tra minori e strutture d’accoglienza.

Grazie anche all’impegno del Sindaco di Scordia Francesco Barchitta e del dirigente dell’Area 1 Ennio Cristaudo, il progetto ha contribuito in maniera significativa all’integrazione dei minori nel tessuto sociale in cui vivono.

Con la creazione del Centro Polifunzionale “HOPE” a Scordia, l’amministrazione comunale e le cooperative coinvolte sono riuscite infatti a realizzare sinergicamente un modello sperimentale di buone prassi da replicare in tutti i contesti territoriali dove si realizza l’accoglienza dei MSNA (Minori stranieri non accompagnati).

Quattro gli ambiti di intervento scelti dai professionisti del settore per dare una concreta speranza di inserimento nel prossimo futuro ai minori coinvolti:

– il conseguimento di qualifiche professionali con l’attivazione di laboratori professionalizzanti e di valida spendibilità nel tessuto locale: pizzaiolo, aiutante di cucina, saldatore, riparatore idraulico, falegname, operatore agricolo etc.;

– l’integrazione socio-culturale attraverso laboratori artistici, culturali e sportivi sviluppati in sinergia con gli istituti scolastici e le associazioni del territorio;

– la formazione di operatori da poter coinvolgere nel settore Immigrazione e percorsi di orientamento per le famiglie interessate ad accogliere in affido i minori.

Una citazione particolare riguarda la realizzazione di un fumetto dal titolo “Rahman” in collaborazione con gli studenti e i docenti del Liceo Scientifico di Scordia “E. Majorana” e il laboratorio di cinema che ha coinvolto i minori nella sceneggiatura e realizzazione di un cortometraggio dal titolo “Non dimentico i suoi occhi”, presentato fuori concorso al Festival del Cinema di Catania nell’edizione del 2019.

Soddisfazione è stata espressa dal responsabile della cooperativa “Iride” Rocco Sciacca e dal progettista, Avv. Massimo Millesoli:

“Il progetto, nonostante le difficoltà del momento legate alla pandemia mondiale, ha raggiunto con successo la maggior parte degli obiettivi prefissati coinvolgendo a pieno la realtà della nostra città. Soltanto alcune delle attività programmate sono state rinviate a causa della pandemia mondiale ma siamo certi che non mancherà occasione per riproporle in seguito avendo strutturato un percorso virtuoso che non finisce qui”.

Il progetto “Hope” ha dimostrato gli effetti positivi nei percorsi di inclusione della sinergia tra pubblico e privato, ovvero tra i servizi di assistenza assicurati dalle autorità coinvolte e quelli di accoglienza realizzati dalle cooperative.

I risultati ottenuti nei 23 mesi di impegno avrebbero dovuto essere illustrati con un seminario divulgativo, successivamente annullato a causa della nuova emergenza legata al Covid -19.

COMUNICATO STAMPA PROGETTO HOPE PDF

Condividi su:
IRIDE è una cooperativa sociale che si propone l’obiettivo di “perseguire l’interesse generale della collettività alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini” attraverso la gestione ed erogazione di servizi.

Contatti

Sede Legale
Piazza Carlo Alberto n. 49
95048 – Scordia (CT)
Uffici
Viale Principe Umberto N.83/B
95041 – Caltagirone (CT)
Telefono
09331863004