Autore: Rosa Laura Battaglia

Colf, badanti e baby sitter: i nuovi titolari di protezione internazionale nel progetto della CGIL

I corsisti del Sai di Scordia Ordinario e Donne della Cooperativa Iride d hanno sostenuto ieri, 24 Gennaio, il test finale del corso di formazione specialistica per diventare Colf, Badanti e BabySitter. Lavori socio assistenziali socialmente utili e sempre più richiesti sul territorio ospitante. Tutto questo è stato possibile grazie al Progetto F.A.M.I. SHUBH che favorisce il raggiungimento dell’autonomia socio-economica dei titolari di protezione internazionale, attraverso un approccio collaborativo e multidisciplinare in grado di offrire un sistema di servizi efficaci ed efficienti. Il Progetto “SHUBH” si rivolge ai titolari di protezione internazionale usciti o in uscita dal circuito di accoglienza entro 18 mesi per promuovere l’autonomia socio economica nel contesto territoriale. Prevede anche l’attivazione di “Integra corner”, costruiti come “one stop shop” per l’integrazione lavorativa dei rifugiati collocati nelle sedi dei partner di progetto. Ringraziamo anche l’Inca Cgil e la Filcams Cgil per la buona riuscita dell’iniziativa.

A Randazzo l’asilo nido comunale sarà gestito da IRIDE

Oggi facciamo un grande in bocca al lupo alle maestre dei piccoli dell’asilo nido nido comunale di Randazzo (Catania), che sarà gestito dalla nostra cooperativa Iride. Ringraziamo il Comune per la fiducia accordata augurando a tutti un buon lavoro nell’anno appena inaugurato.

 

Uno chef siciliano tra i fornelli del SAI di Vizzini

Gli ospiti del centro SAI di Vizzini hanno avuto l’opportunità di riscoprire un nuovo legame ed una nuova ricerca dell’alimentazione sana. La stimolazione della propria creatività culinaria, un aumento della fiducia in se stessi e dell’autonomia personale, sono stati tra gli obiettivi raggiunti dal corso organizzato dalla struttura. Con l’affiancamento di un bravissimo Chef tra i fornelli  i nostri ragazzi hanno scoperto nuovi sapori e appreso l’arte culinaria tipica della Sicilia.

In allegato una brochure riassuntiva del corso realizzato e fortemente voluto dall’équipe di Vizzini.

Corso Cucina PDF (1)

Riciclo che passione, il Natale è tra i laboratori di Iride

Riciclo e riutilizzo dei materiali non utilizzati per varie ragioni nelle varie strutture hanno caratterizzato il Natale 2021 delle strutture SAI gestite dalla cooperativa IRIDE nelle province di Ragusa, Catania e Messina. Un natale dove i laboratori creativi e manuali hanno avuto la prima scena riuscendo nell’immediato a sciogliere tensioni e difficoltà accumulate nel duro anno di lavoro trascorso per dar vita a forme artistiche davvero degne di nota. Lavori di gruppo che hanno coinvolto le équipe delle varie strutture e i ragazzi ospiti ricreando la magia del Natale, una festa che va oltre ogni credo. Di seguito alcune tra le più belle iniziative realizzate nei nostri centri:

Il SAI di Fiumefreddo si è cimentato nella realizzazione di un presepe con il riciclo  delle spugne da bagno non utilizzate. Pennelli e pittura hanno accompagnato il laboratorio con nuclei familiari tunisini e ivoriani. Cristiani e musulmani uniti dalla realizzazione di un presepe “unico” che annuncia la nascita del messia Gesù. Una tombola solidale realizzata in parrocchia, grazie all’ospitalità di Don Carmelo, ha concluso le iniziative realizzate insieme alla struttura di Mascali coordinata da Valeria Leone.

A Vizzini è stato realizzato un bellissimo presepe utilizzando materiale di riciclo donato dalla parrocchia di San Sebastiano dove è stata anche celebrata, alla presenza dei beneficiari, una toccante commemorazione delle vittime del mare. Le attività del centro SAI di Vizzini hanno contribuito a rendere magica l’atmosfera natalizia, i momenti di condivisione hanno creato un fiume di pensieri ed emozioni positive. Le attività decorative e il montaggio dell’abete natalizio hanno reso le giornate più serene e rilassati. Lo spirito di iniziativa collettivo si è concretizzato con la realizzazione di un opera di beneficenza per la parrocchia locale, un presepe ecosostenibile, realizzato con materiali di scarto.

 

Il SAI di Francofonte ha realizzato dei gadget esposti in occasione dei mercatini natalizi dello scorso 18 e 19 dicembre. Carta e cartoncino hanno dato il via a creazioni deliziose particolarmente apprezzate.

Tombola solidale, premi, sorrisi e tempo trascorso insieme: il miglior regalo di sempre!

 

Il SAI di Santa Maria di Licodia partecipa al Villaggio di Natale 2021

Vittoria Peace Film Festival, successo di pubblico per il cortometraggio di IRIDE

Il SAI Ordinari Donne di Vittoria ha partecipato anche quest’anno alla nona edizione del “Vittoria Peace Film Festival”, con la proiezione del cortometraggio prodotto dalla nostra cooperativa sociale “Il mare negli occhi”. Già lo scorso anno il corto è arrivato in quarta posizione per numero di visualizzazioni ottenute, durante l’edizione online trasmessa sulla piattaforma nazionale “MyMovies” a causa dell’emergenza Covid. Quest’anno è stato possibile condividere le nostre idee con un folto pubblico di studenti particolarmente interessati alle tematiche dell’immigrazione.
Grande è stata infatti la partecipazione da parte dei ragazzi delle scuole superiori della città che, con domande e interventi, hanno interagito nel dibattito tenuto dalla nostra équipe. Il mediatore culturale Diop Aboubacar accompagnato dalla coordinatrice Dott.ssa Veronica Magro ha parlato con grande interesse e entusiasmo, del progetto di accoglienza e difesa dei diritti umani portato avanti da IRIDE nella città ipparina e nelle varie province siciliane

.

A Bronte tante le iniziative natalizie del SAI

Bronte – In seguito alla proposta da parte del Comune di Bronte di divenire attori impegnati in prima persona nella definizione del programma di Natale che coinvolge tutte le associazioni del terzo settore del territorio, la struttura SAI di Bronte ha proposto l’allestimento di Piazza Alcide De Gasperi per contribuire a ricreare l’atmosfera natalizia e goderne con l’intera cittadinanza. I nostri ospiti, supportati dagli operatori dell’accoglienza e dai volontari del servizio civile, si sono cimentati nella creazione di un albero di Natale e nella realizzazione delle decorazioni a mano, utilizzando materiali di scarto.
Ultimata la preparazione, si è passati all’allestimento della Piazza con tutto quello realizzato ed insieme si sono accese le luci dell’albero dando via alla magia del Natale. Con l’obiettivo di allietare le ricorrenze natalizie di alcune famiglie indigenti del territorio, gli ospiti, coinvolti dai membri dell’associazione AvoTeam Sicilia, hanno partecipato anche alla colletta alimentare. In piccoli gruppi, in compagnia dei volontari del servizio civile, si sono posti in prossimità dei supermercati instituendo dei punti di raccolta. Lo scorso 22 dicembre tutta l’équipe della struttura SAI di Bronte ha incontrato i beneficiari al fine di trascorrere del tempo insieme, utile a rafforzare il rapporto di fiducia necessario per definire la relazione d’aiuto, cogliendo così l’occasione per lo scambio degli auguri di Natale.
“Riteniamo – dichiara il gruppo di lavoro di IRIDE – che la condivisione del cibo, non sia legata solo all’esperienza culinaria in sé, ma anche all’aspetto conviviale, grazie al quale è possibile socializzare e creare nuove cerchie di legami. Abbiamo assaggiato insieme i dolci tipici della tradizione del periodo ed ogni singolo beneficiario ha ricevuto un piccolo dono da parte delle figure professionali. Nonostante tutti gli ospiti del centro siano di religione musulmana hanno aderito all’iniziativa consapevoli dell’importanza di conoscere le tradizioni per potersi integrare nel nuovo contesto territoriale”.

 

 

 

“Non basta dire No”, in scena al SAI di Vittoria il monologo di Liliana Stimolo

Il SAI IRIDE di Vittoria, in provincia di Ragusa, è stato promotore di un’iniziativa che ha riscosso successo e interesse di pubblico nella giornata contro la violenza sulle donne. Il toccante monologo “Mia figlia vive all’estero” dell’attrice – scrittrice Liliana Stimolo, interpretato sulla sedia rossa in foto ha suscitato profonde riflessioni nel pubblico presente in sala. Un contributo voluto da Iride e dalla moderatrice Dott.ssa Veronica Magro che, in collaborazione con numerose realtà territoriali che operano per la difesa delle donne vittime di violenza, ha moderato la tavola rotonda. La giornata, organizzata dall’assessorato  alle Pari Opportunità del Comune di Vittoria “Non basta dire no” si è svolta nella sala delle Capriate “Gianni Molè” e ha visto la partecipazione di numerosi professionisti del settore oltre alla partecipazione del Presidente della nostra cooperativa Rocco Sciacca. Le donne ospite del SAI hanno realizzato con le proprie mani piccoli gadget regalati in sala ai presenti in ricordo della giornata.

In video i momenti salienti della manifestazione.

Per le fotografie si ringrazia Danilo Avola.

I nostri beneficiari diplomati al FAMI, cerimonia di consegna attestati

Le strutture SAI di Giarre, Fiumefreddo e Mascali della cooperativa Iride hanno partecipato giovedì 2 Dicembre alla cerimonia per il conseguimento degli attestati “FAMI” per la competenza linguistica in italiano L2 livello A1 presso il CPIA 2 di Giarre di Viale Libertà. Un momento di condivisione che ha visto la partecipazione della Preside Rita Vitaliti, dalla vice preside Giuseppina Oliveri e di tutti i docenti coinvolti nella formazione linguistica dei migranti ospitati nelle numerose strutture della provincia di Catania. I nostri partecipanti sono stati oltre 25. Il progetto finanziato dall’Unione Europea e rivolto a soggetti con difficoltà socji economica intende integrare l’offerta di formazione civico linguistica per i cittadini dei paesi terzi presenti a Catania e appartenenti a categorie particolarmente fragili, con percorsi altamente qualificati e innovativi specificamente progettati per facilitare la loro inclusione nel tessuto socio economico locale.
Si rivolge dunque a numerosi cittadini di paesi terzi appartenenti a tre categorie di migranti: Minori non accompagnati; Donne con bambini piccoli e/o che per motivi culturali preferiscano frequentare corsi femminili; analfabeti (uomini, donne e minori); vittime o ex vittime di tratta, persone che abbiano subito gravi forme di violenza fisica o psicologica.

L’insegnamento della lingua italiana come L2 a queste categorie di persone,  richiede una particolare attenzione non soltanto per quanto riguarda le metodologie e gli strumenti usati (che saranno oggetto della sperimentazione didattica del progetto e della produzione di strumenti originali anche basati sulle nuove tecnologie) ma anche  per quello che riguarda l’aspetto organizzativo, le attività complementari e la formazione degli operatori.

Il progetto prevede dunque in estrema sintesi attività varie destinate a beneficiari:
a) 36 corsi di apprendimento civico linguistico rivolti ai soggetti su menzionati;
b) Una parte di questi corsi dedicata anche a donne con bambini piccoli che potranno usufruire di un servizio qualificato di babysitting durante la loro partecipazione ai corsi;
c) 8 corsi di preparazione alla certificazione CILS e sessioni di esami;
d) laboratori per promuovere l’ascolto reciproco attraverso l’utilizzo del linguaggio dell’arte;
e) Formazione per volontari di associazioni e operatori di comunità per la facilitazione dell’apprendimento della lingua italiana da parte dei cittadini stranieri da loro assistiti;
f)  Lo studio, la sperimentazione e la produzione di materiali didattici originali anche multimediali;
g) La comunicazione e la condivisione del percorso e dei risultati raggiunti con altri operatori e realtà associative che si occupano di migranti;
h) Eventi di diffusione e condivisione di buone prassi.

Il progetto è stato promosso dal Ministero dell’istruzione che ha anche finanziato l’acquisto di uno zaino con materiale scolastico destinato alla formazione dei nuovi parlanti L2.

L’oro verde del frantoio Franchina spiegato dal vivo ai nostri ragazzi

Pomeriggio di attività sul territorio per gli ospiti del Sai di Santa Maria di Licodia. La visita al frantoio “Franchina” grazie alla calorosa accoglienza dei proprietari e dei suoi dipendenti è stata una speciale esperienza per scoprire come nasce il pregiato olio extravergine d’oliva che caratterizza il nostro territorio comunale. Attraverso un tour guidato alle attività del frantoio i nostri ospiti, accompagnati dell’équipe e dal personale specializzato, hanno potuto immergersi nelle antiche tradizioni della raccolta e della spremitura delle olive. Un percorso affascinante ed istruttivo che – dal vivo – attraversa le fasi del processo e ne illustra gli attenti passaggi. Al frantoio sono state illustrate le varie tappe della produzione di quello che, nella nostra regione, viene considerato un vero e proprio “oro verde”: lavaggio, pulitura,frangetta e molitura, fino all’estrazione dall’olio. Il pomeriggio si è poi concluso con la degustazione del pane fresco con l’olio gentilmente offerto dal signor Franchina.
Un momento di aggregazione, condivisione ed integrazione che ha reso felici grandi e piccini.

 

IRIDE è una cooperativa sociale che si propone l’obiettivo di “perseguire l’interesse generale della collettività alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini” attraverso la gestione ed erogazione di servizi.

Contatti

Sede Legale
Piazza Carlo Alberto n. 49
95048 – Scordia (CT)
Uffici
Viale Principe Umberto N.83/B
95041 – Caltagirone (CT)
Telefono
09331863004