Categoria: Attività Varie

A Randazzo l’asilo nido comunale sarà gestito da IRIDE

Oggi facciamo un grande in bocca al lupo alle maestre dei piccoli dell’asilo nido nido comunale di Randazzo (Catania), che sarà gestito dalla nostra cooperativa Iride. Ringraziamo il Comune per la fiducia accordata augurando a tutti un buon lavoro nell’anno appena inaugurato.

 

Uno chef siciliano tra i fornelli del SAI di Vizzini

Gli ospiti del centro SAI di Vizzini hanno avuto l’opportunità di riscoprire un nuovo legame ed una nuova ricerca dell’alimentazione sana. La stimolazione della propria creatività culinaria, un aumento della fiducia in se stessi e dell’autonomia personale, sono stati tra gli obiettivi raggiunti dal corso organizzato dalla struttura. Con l’affiancamento di un bravissimo Chef tra i fornelli  i nostri ragazzi hanno scoperto nuovi sapori e appreso l’arte culinaria tipica della Sicilia.

In allegato una brochure riassuntiva del corso realizzato e fortemente voluto dall’équipe di Vizzini.

Corso Cucina PDF (1)

A Bronte tante le iniziative natalizie del SAI

Bronte – In seguito alla proposta da parte del Comune di Bronte di divenire attori impegnati in prima persona nella definizione del programma di Natale che coinvolge tutte le associazioni del terzo settore del territorio, la struttura SAI di Bronte ha proposto l’allestimento di Piazza Alcide De Gasperi per contribuire a ricreare l’atmosfera natalizia e goderne con l’intera cittadinanza. I nostri ospiti, supportati dagli operatori dell’accoglienza e dai volontari del servizio civile, si sono cimentati nella creazione di un albero di Natale e nella realizzazione delle decorazioni a mano, utilizzando materiali di scarto.
Ultimata la preparazione, si è passati all’allestimento della Piazza con tutto quello realizzato ed insieme si sono accese le luci dell’albero dando via alla magia del Natale. Con l’obiettivo di allietare le ricorrenze natalizie di alcune famiglie indigenti del territorio, gli ospiti, coinvolti dai membri dell’associazione AvoTeam Sicilia, hanno partecipato anche alla colletta alimentare. In piccoli gruppi, in compagnia dei volontari del servizio civile, si sono posti in prossimità dei supermercati instituendo dei punti di raccolta. Lo scorso 22 dicembre tutta l’équipe della struttura SAI di Bronte ha incontrato i beneficiari al fine di trascorrere del tempo insieme, utile a rafforzare il rapporto di fiducia necessario per definire la relazione d’aiuto, cogliendo così l’occasione per lo scambio degli auguri di Natale.
“Riteniamo – dichiara il gruppo di lavoro di IRIDE – che la condivisione del cibo, non sia legata solo all’esperienza culinaria in sé, ma anche all’aspetto conviviale, grazie al quale è possibile socializzare e creare nuove cerchie di legami. Abbiamo assaggiato insieme i dolci tipici della tradizione del periodo ed ogni singolo beneficiario ha ricevuto un piccolo dono da parte delle figure professionali. Nonostante tutti gli ospiti del centro siano di religione musulmana hanno aderito all’iniziativa consapevoli dell’importanza di conoscere le tradizioni per potersi integrare nel nuovo contesto territoriale”.

 

 

 

“Non basta dire No”, in scena al SAI di Vittoria il monologo di Liliana Stimolo

Il SAI IRIDE di Vittoria, in provincia di Ragusa, è stato promotore di un’iniziativa che ha riscosso successo e interesse di pubblico nella giornata contro la violenza sulle donne. Il toccante monologo “Mia figlia vive all’estero” dell’attrice – scrittrice Liliana Stimolo, interpretato sulla sedia rossa in foto ha suscitato profonde riflessioni nel pubblico presente in sala. Un contributo voluto da Iride e dalla moderatrice Dott.ssa Veronica Magro che, in collaborazione con numerose realtà territoriali che operano per la difesa delle donne vittime di violenza, ha moderato la tavola rotonda. La giornata, organizzata dall’assessorato  alle Pari Opportunità del Comune di Vittoria “Non basta dire no” si è svolta nella sala delle Capriate “Gianni Molè” e ha visto la partecipazione di numerosi professionisti del settore oltre alla partecipazione del Presidente della nostra cooperativa Rocco Sciacca. Le donne ospite del SAI hanno realizzato con le proprie mani piccoli gadget regalati in sala ai presenti in ricordo della giornata.

In video i momenti salienti della manifestazione.

Per le fotografie si ringrazia Danilo Avola.

L’oro verde del frantoio Franchina spiegato dal vivo ai nostri ragazzi

Pomeriggio di attività sul territorio per gli ospiti del Sai di Santa Maria di Licodia. La visita al frantoio “Franchina” grazie alla calorosa accoglienza dei proprietari e dei suoi dipendenti è stata una speciale esperienza per scoprire come nasce il pregiato olio extravergine d’oliva che caratterizza il nostro territorio comunale. Attraverso un tour guidato alle attività del frantoio i nostri ospiti, accompagnati dell’équipe e dal personale specializzato, hanno potuto immergersi nelle antiche tradizioni della raccolta e della spremitura delle olive. Un percorso affascinante ed istruttivo che – dal vivo – attraversa le fasi del processo e ne illustra gli attenti passaggi. Al frantoio sono state illustrate le varie tappe della produzione di quello che, nella nostra regione, viene considerato un vero e proprio “oro verde”: lavaggio, pulitura,frangetta e molitura, fino all’estrazione dall’olio. Il pomeriggio si è poi concluso con la degustazione del pane fresco con l’olio gentilmente offerto dal signor Franchina.
Un momento di aggregazione, condivisione ed integrazione che ha reso felici grandi e piccini.

 

3 Dicembre “Giornata della diversa abilità”

  • Anche quest’anno il Ministero della cultura aderisce alla Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità del 3 dicembre, istituita nel 1992 dall’ONU. Ne promuove i valori e individua come impegno primario il superamento delle barriere fisiche, cognitive, sensoriali e culturali nei luoghi della cultura, con il consueto slogan “Un giorno all’anno tutto l’anno”. Iride, insieme a tante altre cooperative sociali del calatino ha aderito alla giornata partecipando ad una conferenza dal titolo “In fondo nessuno di noi è normale” _ Io mi racconto promossa dall’amministrazione comunale nel Salone di rappresentanza del Comune di Caltagirone. L’intervento ha visto la lettura di una fiaba appositamente trascritta per l’occasione nel salone di rappresentanza “Mario Scelba” del Palazzo municipale, su iniziativa del Dipartimento di salute mentale (Dsm) Calatino 1, dell’assessorato comunale al Welfare e del Centro Sils Caltagirone.
    I lavori, moderati dalla consulente a titolo gratuito del sindaco per l’inclusione sociale, Laura Boria, sono stati aperti dai saluti del sindaco Fabio Roccuzzo e dell’assessore al Welfare Patrizia Alario.

Un’attività ludica sul tema è stata anche svolta dai piccoli fratellini Aya e Aymed ospitati in uno dei nostri centri dedicati all’accoglienza delle famiglie.

A Caltagirone le donne di IRIDE danzano Butoh contro la violenza di genere

La Giornata internazionale per l’eliminazione delle violenza contro le donne ha visto la partecipazione attiva di alcune donne della nostra cooperativa attraverso una performance artistica nell’atrio del palazzo municipale di Caltagirone. La manifestazione è stata il culmine di numerose iniziative, frutto della collaborazione fra l’Amministrazione comunale – con la partecipazione dell’assessorato alla Legalità e Sicurezza retto dall’Ass. Giuseppe Fiorito e l’assessorato alle Pari opportunità, coordinato da Patrizia Alario), le diverse realtà associative e alcuni artisti.
Fra queste, ha incantato il pubblico presente in sala la performance di danza “butoh” e teatro a cura di Lara Pedilarco e Micol Liardo. Si tratta di  una “danza psicosomatica” che coinvolge corpo e mimica facciale: il viso si tende, digrigna i denti,  soffre mentre ogni muscolo del suo corpo si contrae in spasmi ritmici che compongono la danza di grandissima carica espressiva. Un laboratorio di teatro sociale con uno spazio d’incontro tra donne di diverse culture (colombiane, nigeriane, pakistane, srilankesi e venezuelane) presenti nel territorio di Caltagirone e le donne calatine, che hanno voluto rappresentare, attraverso questa danza drammatica, i diritti negati alle donne e il coraggio di reagire, nel segno di una matrice universale capace di unirle al di là di ogni distanza fisica e geografica. Nell’intera performance un filo rosso ha connesso le donne figlie di una matrice universale che sente, condivide e guarda alla donna e ai suoi diritti negati, sottolineando il coraggio di reagire contro la negazione di se stesse ritrovando il proprio potere personale e la regalità. Durante la performance è stato utilizzato un velo color indaco che ha rappresentato simbolicamente il burqa afghano e i diritti negati.
Durante l’evento, inoltre, sono state esposte (eccole nelle foto) una scarpetta scaldamano dell’800, rivisitata dal grezzo al decoro, a cura del ceramista Giorgio Alemanna, delle scarpette rosse e blu e una scultura, opera, quest’ultima, dell’artista Luana Reale.

L’intero spettacolo è stato mandato e riprodotto in streaming nelle scuole superiori della città.

Foto su gentile concessione di Andrea Annaloro

A Belpasso un laboratorio artistico ha coinvolto i più piccoli sul tema.

 

Il SAI di Francofonte ha detto no alla violenza attraverso una manifestazione interna che ha visto la partecipazione dei ragazzi alla realizzazione di cartelloni e palloncini rossi.

 

A Santa Maria di Licodia le tele realizzate dai beneficiari sono state esposte presso la biblioteca comunale.

 

Il SAI di Licodia Eubea ha visto la partecipazione degli ospiti ad un’attività interna volta alla realizzazione di cartelloni contro il fenomeno.

 

I colori delle donne, IRIDE combatte con le scuole la violenza sulle donne

Il Comune di Scordia, la cooperativa sociale IRIDE e le scuole tutte di Santa Maria di Licodia condannano con fermezza ogni forma di violenza fisica, morale e psicologica sulle donne nell’ambito della manifestazione “La scuola fa la differenza”. Sono molteplici le iniziative volte al contrasto del fenomeno trasversale che investe in modo ormai strutturale, ogni angolo del mondo. Soltanto in Italia, si contano CENTONOVE donne in meno dall’inizio del 2021, morte per mano del partner o di uno stalker. Durante la due  giorni prevista per il 25 e 26 Novembre a Santa Maria di Licodia, si alterneranno nei plessi scolastici performances e letture di studenti e studentesse del Liceo delle Scienze Umane “M.Rapisardi” dal titolo “Quando il principe non è azzurro”. Gli studenti del liceo artistico organizzeranno invece la mostra  dal titiolo “Oltre il muro del silenzio” accompagnati dai lavori dei più piccoli dell’Istituto Don Bosco. Altre performances saranno a cura  dei ragazzi dell’I.P.S.S.A.T “Rocco Chinnici” con un momento interamente realizzato dalla nostra cooperativa dal titolo Women’s Colors: una mostra di quadri e altre opere creative interamente dedicata alla figura femminile. Alla giornata parteciperanno anche : l’assessore  ai Servizi Sociali Maria Spalletta, i dirigenti scolastici S. Sambataro, la dirigente Fiorella Baldo e la coordinatrice Dott.ssa A.Bonanno.

 

A Vittoria, in provincia di Ragusa, una tavola rotonda prevista per il 25 Novembre presso il Chiostro delle Grazie – sala delle Capriate – darà il via al dibattito “Non basta dire No” alla presenza del Sindaco On.Francesco Aiello, l’assessore alle pari opportunità Avv. Francesca Corbino e il Presidente della cooperativa sociale IRIDE Rocco Sciacca. Nell’occasione sarà anche proiettata una video testimonianza con il monologo di Liliana Stimolo. Modererà l’evento la Dott.ssa Veronica Magro, coordinatrice del SAI di Vittoria. In locandina tutti gli interventi previsti:

Bronte è comune “Plastic Free”, Iride partecipa alla raccolta sul territorio

La città del pistacchio punta a diventare anche un Comune a consumo di plastica limitato: Iride coinvolta nelle iniziative attraverso il volenteroso contributo dei nostri ragazzi.

Il sindaco, Pino Firrarello ha siglato lo scorso Luglio una convenzione con “Plastic free” con l’associazione che si batte per informare e sensibilizzare più persone possibili sull’impatto della plastica, in particolare quella monouso, sull’ecosistema. Adesso anche a Bronte “Plastic Free”, promuoverà e organizzerà iniziative volte a dare concreta attuazione alla lotta contro la plastica quali, ad esempio, l’organizzazione di giornate dedicate alla pulizia del territorio con l’aiuto di persone che volontariamente decideranno di parteciparvi, iscrivendosi all’associazione. L’appuntamento che ci vede coinvolti è per domenica, 26 Settembre, alle ore 9.00 presso l’Anfiteatro Sciarotta di Viale Regina Margherita.

“Tutte iniziative di grande valore perché volte a sensibilizzare la popolazione. – ha affermato il sindaco Pino Firrarello che ringrazia Giuseppe Germanà, referente di Bronte dell’associazione – “il suo impegno e la nostra collaborazione permetteranno a tutti di raggiungere la giusta consapevolezza sul fenomeno. La plastica, infatti, si è rivelata un’invenzione utile e deleteria allo stesso tempo. Ha rivoluzionato le nostre vite, ma ha anche creato un inquinamento difficilmente arrestabile. Dobbiamo quindi intervenire. Noi già facciamo il possibile affinché a Bronte la raccolta differenziata funzioni a dovere, adesso, – conclude – grazie a questo protocollo, garantiremo a questa associazione tutto il sostegno possibile”.

 

 

Tramonto Jazz alle Mura Greche di Gela, ospiti i “modelli” di Iride

Tramonto Jazz alle Mura Timoleontee di Gela giovedì 26 Agosto dalle ore 18 fino a serata inoltrata. Brancacci Store presenterà il progetto sull’Immigrazione coordinato sotto la direzione artistica del fotografo Davide Latisole che ha ritratto i volti più scenici dei beneficiari di IRIDE per un progetto moda. Durante la serata verrà anche presentato il libro pubblicato da Greta La Medica con un sottofondo musicale. Parte del ricavato verrà devoluto all’Unicef per la protezione dei bambini migranti e non. L’evento è patrocinato dal Comune di Gela e da numerose realtà territoriali.

NB: Si fa presente che contrariamente alla data del 1 Agosto riportata nella locandina, la manifestazione è stata posticipata al 26 Agosto per motivi legati al contenimento della pandemia da Covid.

IRIDE è una cooperativa sociale che si propone l’obiettivo di “perseguire l’interesse generale della collettività alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini” attraverso la gestione ed erogazione di servizi.

Contatti

Sede Legale
Piazza Carlo Alberto n. 49
95048 – Scordia (CT)
Uffici
Viale Principe Umberto N.83/B
95041 – Caltagirone (CT)
Telefono
09331863004